TEATRO

“J'ütimi stissi” al Teatro Civico di Vercelli

“J'ütimi stissi” al Teatro Civico di Vercelli
“J'ütimi stissi” al Teatro Civico di Vercelli
“J'ütimi stissi” di Pino Marcone è in scena al Teatro Civico di Vercelli il 30 settembre 2017, alle ore 21. Organizzato dall'Associazione "Lo spazio scenico"

L' Associazione Lo Spazio Scenico, attiva da 25 anni nel campo del teatro dialettale, sabato  30 settembre presenta al Teatro Civico di Vercelli la commedia di Pino Marcone dal titolo “J'ültimi stissi”.
Le opere dell'autore vercellese sono state rappresentate da Lo Spazio Scenico, non solo a Vercelli, ma nelle rassegne di Pinerolo, Chiasso (CH), Moncalvo e Mortara, dove sono state più volte premiate, alcune di esse sono state trasmesse anche in radio e in televisione. 
La fonte ispiratrice della commedia è la figura dell'impresario teatrale vercellese Giovan Battista Facchinetti, proprietario del Politeama, che portava il suo nome, attivo dal 1870 al 1904.
Il Politeama divenne  poi Cinema Teatro Verdi, ed è ora Galleria Ascom in Via Laviny.
La figura  di Facchinetti nella commedia è completamente romanzata; ad esemipio, nello spettacolo si ritira in una Casa di riposo, mentre il Facchinetti morì improvvisamente una sera di dicembre del 1904.
Facchinetti, com'è ricordato nella commedia, oltre che impresario, era tipografo e suonatore di bombardino.

Tra le testate giornalistiche stampate dal Facchinetti c'era il giornale “Il Popolano Vercellese”, diretto da Luigi Pietracqua, noto commediografo piemontese di opere in dialetto e già direttore del giornale “La Sesia”. Un altro giornale, stampato dal Facchinetti fu la “Verità”, implicato in un processo per diffamazione, di cui nella commedia si fa cenno.

Gli attori della commedia, in qualche modo, richiamano personaggi dello spettacolo vernacolare: Bertolazzi, il noto commediografo milanese; Maria Bogino (Mariuccia), attrice torinese, figlia del capocomico Vittorio Bogino, il quale aveva 7 figli, tutti attori nella sua Compagnia fin dall'infanzia, che recitarono al Facchintti nel 1897.

"J'ültimi stissi"- le ultime gocce -  non sono altro che la fine del teatro dialettale, le faville di un fuoco soffocato dal teatro in lingua italiana. Questa constatazione la fece sicuramente il Facchinetti, che nel suo locale ospitava commedie in piemontese, lombardo e naturalmente in italiano.

 

Teatro Civico di Vercelli - Sabato 30 settembre 2017 ore 21
Costo biglietto € 10,00. Prevendita  presso Ottica Perucca Via Nigra 4 Vercelli (chiuso Lunedì)
info
E-mail:lospazioscenico1@gmail.com
Tel.0161/78371
f lo spazio scenico vercelli

Categoria: