BENESSERE

Un bicchiere di acqua e limone al giorno....

Un bicchiere di acqua e limone al giorno....
Bere acqua tiepida al mattino, con mezzo limone spremuto, fa bene. Non è solo una credenza popolare, ma ci sono delle precise ragioni per cui questa sana abitudine aiuta a migliorare il nostro stato di benessere.
Il  limone, oltre alla vitamina C, contiene nella polpa e buccia del frutto vitamina A  ed  il suo contenuto di limonene stimola le difese immunitarie, migliora la digestione e la funzionalità epatica.
Il succo del limone non agisce direttamente sulla funzione del fegato. nè sulla digestione, ma le attiva, migliorando la capacità  di assimilazione.
Anche se può sembrare strano, il limone  è un  frutto  alcalinizzante e anti-acido gastrico. Alcuni esperimenti hanno provato che il consumo prolungato del limone provoca sull organismo, la produzione di carbonato di potassio che permette di neutralizzare l'eccesso di acidità. Così una sostanza può dare all esterno reazioni acide e sull'organismo può essere generatrice  di alcalinità.  
Questa particolarità può essere convenientemente sfruttata, in concomitanza di diete dimagranti, perchè può migliorare le eliminazioni idriche.
Il succo di limone spremuto a freddo in un bicchiere di acqua calda o tiepida, bevuto a diguno al mattino, è utile in tutti i casi di acidosi dell organismo (gotta, diabete, acidi urici, artrite, reumatismo cronico, arteriosclerosi, colesterolo) inoltre non influenza in modo sensibile la pressione arteriosa.
Sconsigliato in caso di grave e vera insufficienza epatica, perchè il fegato non è in grado di trasformare l'acido citrico, cosicchè lo stato di acidità dell organismo, nè verrebe aggravato.                                

Alcune curiosità     
I greci preparavano un gradevole emolliente per la tosse facendo cuocere fichi, miele e fette di limone, fino a ottenere un composto consistente lutile per la tosse. 
I tahitiani lo usano per gargarismi contro la tosse, la tribù dell isola di Salomone curano gli effetti dell asma, gli indonesiani masticano il frutto intero per i reumatismi.
Un tempo, per gli Arabi, il limone serviva da antitodo contro il veleno dei serpenti.    

Avendo il limone un ampio arco di tempo del periodo di racolto, l'acidità del frutto varia in relazione alla stagione: il picco massimo si ha nel mese di novembre, mentre in primaverà c'è una  netta diminuzione e i limoni sono più dolci.              

di MARIA TERESA FONSATO