VIAGGI E ATTIVISMO

Operazione Yulin 2017: è partita

Operazione Yulin 2017:  è partita
Operazione Yulin 2017: è partita
In questi mesi abbiamo conosciuto Davide Acito e l'associazione Action Project Animal: oggi Davide è partito per la Cina, destinazione Yulin, con l'intento di salvare più cani possibili dal massacro del festival.

Scuoiati, macellati, appesi a ganci, colpiti con martelli, bruciati e tutto questo, molto spesso, quando sono ancora vivi. Sono i 10.000 cani che vengono consumati abitualmente durante il Festival della carne di Yulin, una ricorrenza macabra che ha luogo nel sud-est cinese, e che sta causando sempre più proteste da parte delle associazioni animaliste oltre che delle istituzioni politiche dei paesi occidentali. Chi farà qualcosa di concreto per fermare il massacro non è però né una conosciuta associazione animalista, né un politico occidentale. Si chiama Davide Acito e fino a un paio di mesi fa' era un perfetto sconosciuto. È un ragazzo normale, che lavora per mantenere la sua famiglia concedendosi pochi svaghi. Nel 2016 non ha resistito alla tentazione ed è partito per Yulin, da solo e mal organizzato, con un sogno nelle valigie e poco altro: salvare più cani possibili dalla mattanza del Festival. Quello che poteva sembrare un gesto folle e disperato di uno sprovveduto dal grande cuore ha invece avuto un lieto fine: Davide ha teso dei rapporti con degli attivisti cinesi, la più conosciuta dei quali è la Signora Yang Xiaoyun, e insieme hanno salvato 400 cani e 60 gatti.

È così che nasce Operazione Yulin 2017: oggi, 17 giugno Davide è partito  alla volta della Cina. Dopo 20 ore di volo attererà a Guangzhou e da lì si trasferirà a Nanning, dove lo aspettano alcuni collaboratori con i quali porterà a compimento questo ambizioso progetto. Il piano è semplice e rischioso allo stesso tempo: intercettare i camion, carichi degli animali, prima che possano giungere al Big Market centrale. Ha inizio quindi una contrattazione. I cani, che vengono venduti al kilo, l'anno scorso sono stati comprati per una cifra di 56 euro l'uno. Gli animali vengono quindi trasferiti su un altro camion che li porta in un luogo più sicuro: a Tianjin, nel nord della Cina, ospitati dalla Common House di Miss Yang.

Davide è già riuscito a centrare un obiettivo importante: far parlare del Festival e coinvolgere più persone a sostenere Operazione Yulin 2017. “L'anno scorso sono partito perché non potevo starmene comodamente seduto sul mio divano mentre succedeva la mattanza. Mi sono finanziato quasi totalmente il viaggio e il salvataggio dei cani. Quest'anno ho ricevuto l'aiuto di molte persone. Con alcuni amici abbiamo deciso di fondare l'associazione “Action Project Animal #attivistinelmondo” e in due mesi (l'associazione è stata fondata ad aprile) ci siamo impegnati per far conoscere a più persone possibili le nostre idee e le nostre azioni. Ringraziamo tutti quelli che ci hanno dato la loro fiducia perché virtualmente saranno in Cina con noi”.

Dopo 3 giorni di duro lavoro non-stop a Yulin, Davide andrà a visitare il centro di Tianjin con Miss Yang, dove documenterà con foto e video le condizioni dei cani e gatti salvati. Procurerà medicinali e pronto soccorso agli animali feriti (prima dell'intervento vengono trasportati in condizioni pessime ed anti-igieniche che favoriscono il proliferare di malattie) potendo verificare con i suoi occhi le condizioni del centro e la necessità di eventuali interventi di ristrutturazione. “Sono dispiaciuto per la campagna diffamatoria che sta subendo Miss Yang. Lei è stata la prima a voler fare qualcosa, vendendo proprietà e indebitandosi pur di salvare delle vite. Vorrei vedere se quelli che la accusano sarebbero disposti a fare la stessa cosa. Stare seduto dietro a uno schermo e commentare è la cosa più facile, se tutti quelli che parlano male agissero il Festival sarebbe già terminato”.

Operazione Yulin 2017 non finirà quindi il 26 giugno, data del rientro in Italia di Davide. “Gli animali salvati non verranno abbandonati a se stessi, eventualmente sono anche disposto a tornare in Cina prima della fine dell'anno. Sono convinto che le persone che ci stanno aiutando, lo continueranno a fare. C'è sempre più coscienza e nel mio piccolo sto dando un contributo importante affinché questo orrore smetta di esistere il prima possibile.”

Per aiutare Davide:

ASSOCIAZIONE APA 
(C.F./P.I. 96039570179)
VIA RESOLA 10
25088 TOSCOLANO-MADERNO (BS)

Causale: “OPERAZIONE YULIN 2017”
Bonifico: IBAN: IT69 V087 3554 7200 7000 0700 098
Paypal: actionprojectanimal@gmail.com
Web: www.actionprojectanimal.org
Facebook: @ATTIVISTINELMONDO
Twitter: @apactionproject
Tel: IT 3917305103
CH 0041793242986

di RICCARDO CANTONE

Categoria: